Termini e condizioni per le imprese - SB Supply

Indice:

Articolo 1 - Definizioni
Articolo 2 - Identità del commerciante
Articolo 3 - Applicabilità
Articolo 4 - Offerta
Articolo 5 - Contratto
Articolo 6 - Prezzo
Articolo 7 - Rispetto del contratto e garanzie supplementari
Articolo 8 - Consegna ed esecuzione
Articolo 9 - Operazioni estese: durata, annullamento e proroga
Articolo 10 - Pagamento
Articolo 11 - Riserva di proprietà
Articolo 12 - Responsabilità
Articolo 13 - Procedura di reclamo
Articolo 14 - Contenzioso

Articolo 1 - Definizioni

Le seguenti definizioni sono utilizzate nelle presenti condizioni generali di contratto:

  1. Giorno: un giorno di calendario;

  2. Contenuto digitale: dati generati e forniti in forma digitale;

  3. Contratto esteso: un contratto per la fornitura regolare di beni, servizi e/o contenuti digitali durante un periodo specifico;

  4. Supporto dati durevole: ogni mezzo - comprese le e-mail - che consente al cliente o al commerciante di memorizzare le informazioni a lui personalmente indirizzate in modo che siano adeguate allo scopo a cui le informazioni sono destinate e che facilitino la riproduzione inalterata delle informazioni memorizzate;

  5. Cliente: una persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria professione o società;

  6. Commerciante: una persona fisica o giuridica che offre ai clienti prodotti, (accesso a) contenuti digitali e/o servizi a distanza;

  7. Contratto a distanza: un contratto concluso tra il commerciante e il cliente nell'ambito di un circuito organizzato per la vendita a distanza di prodotti, contenuti digitali e/o servizi, in cui si fa uso, in via esclusiva o meno, di una o più tecniche di comunicazione a distanza fino al momento della conclusione del contratto;

  8. Per iscritto: nelle presenti condizioni generali, per "per iscritto" si intende anche la comunicazione via e-mail e fax, a condizione che l'identità del mittente e l'integrità dell'e-mail siano state sufficientemente accertate.

  9. Tecnica di comunicazione a distanza: un sistema che può essere utilizzato per la conclusione di un contratto, senza che sia necessario che il cliente e il commerciante si trovino nello stesso luogo.

  10. Sito web: Il negozio web del commerciante sul quale vengono offerti prodotti e servizi che possono essere acquistati dai clienti.

Articolo 2 - Identità del commerciante

Impresa: SB Supply Europe B.V.
Nota come
- SB Supply, sbsupply.be, sbsupply.nl, sbsupply.it

Indirizzo di magazzino :
Parallelweg 9
7141DL GROENLO
Paesi Bassi

Ufficio commerciale:
Prof. de Moorplein 521
5037DR TILBURG
Paesi Bassi

Telefono (NL) : 013 7009790
Telefono (IT): +39 0577 146 0009
Telefono (BE) : 02 8087197
Telefono (FR) : 09 7518 7668


Disponibilità:
Lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle 09:00 alle 17:30
Venerdì dalle 09.00 alle 17:00

Email (NL) : helpdeskNL@sbsupply.eu
Email (BE) : helpdeskBE@sbsupply.eu
Email (FR) : helpdeskFR@sbsupply.eu
Email (IT)  : helpdeskIT@sbsupply.eu

Camera di Commercio (NL) : 65916034
TVA (NL) : NL856315217B01

Camera di Commercio (BE) : 0721471845
TVA (BE) : BE0721471845

SIRET (FR) : 844428730 00015
TVA (FR) : FR58844428730

Articolo 3 - Applicabilità

  1. Questi termini e condizioni si applicano ad ogni offerta fatta dal commerciante e ad ogni contratto a distanza concluso tra il commerciante e un cliente.

  2. Se, nel suo ordine, conferma o dichiarazione relativa all'accettazione di disposizioni o condizioni, un cliente include disposizioni o condizioni che si discostano o non sono incluse nei termini e condizioni generali, queste saranno vincolanti per il commerciante solo se e nella misura in cui sono state esplicitamente accettate dal commerciante per iscritto.

  3. Il testo di questi termini e condizioni generali sarà messo a disposizione del cliente prima della conclusione del contratto a distanza. Se ciò non è ragionevolmente possibile, il commerciante indicherà, prima della conclusione del contratto a distanza, come i termini e le condizioni generali del commerciante possono essere controllati e, su richiesta, saranno inviati al cliente, gratuitamente, nel più breve tempo possibile.

  4. Se il contratto a distanza viene concluso elettronicamente, allora, contrariamente alla clausola precedente e prima della conclusione del contratto a distanza, il testo di questi termini e condizioni generali può essere messo a disposizione del cliente in modo tale che il cliente possa facilmente memorizzarli su un supporto dati durevole. Se ciò non è ragionevolmente possibile, il commerciante indicherà, prima della conclusione del contratto a distanza, dove i termini e le condizioni generali possono essere controllati elettronicamente e che, su richiesta, saranno inviati al cliente, gratuitamente, per via elettronica o in altro modo.

  5. Nel caso in cui, oltre ai presenti termini e condizioni generali, si applichino anche specifiche condizioni di prodotto o di servizio, la terza e la quarta clausola si applicano mutatis mutandis e, in caso di clausole contrastanti, il cliente può sempre invocare la disposizione applicabile che è nel suo interesse.

  6. Se una disposizione delle presenti condizioni generali di contratto dovesse risultare nulla, ciò non pregiudica la validità delle condizioni generali di contratto nella loro interezza. In tal caso le parti redigeranno (a) una o più nuove disposizioni sostitutive, che per quanto possibile rendano giustizia allo scopo della disposizione originaria.

Articolo 4 - Offerta

  1. Se un'offerta ha una durata di validità limitata o è stata sottoposta a condizioni, ciò deve essere esplicitamente menzionato nell'offerta.

  2. L'offerta fornisce una descrizione completa e accurata dei prodotti, dei contenuti digitali e/o dei servizi offerti. La descrizione fornisce dettagli sufficienti per consentire al cliente di valutare adeguatamente l'offerta. Se il commerciante fornisce delle illustrazioni, queste saranno considerate una rappresentazione fedele dei prodotti, servizi e/o contenuti digitali offerti.

  3. Il contenuto del sito web e l'offerta saranno compilati con la massima cura. Tuttavia, il commerciante non può garantire che tutte le informazioni sul sito web siano sempre corrette e complete. Tutti i prezzi, l'offerta e le altre informazioni sul sito web e in altri materiali forniti dal commerciante sono inoltre soggetti a evidenti errori di programmazione e di battitura.

Articolo 5 - Contratto

  1. Il contratto è concluso nel momento in cui il cliente ha accettato l'offerta e le condizioni in essa contenute sono state soddisfatte.

  2. Se il cliente ha accettato l'offerta per via elettronica, il commerciante conferma immediatamente il ricevimento dell'accettazione dell'offerta per via elettronica. Finché il commerciante non ha confermato l'accettazione, il cliente può sciogliere il contratto.

  3. Se il cliente accetta l'offerta, il commerciante ha comunque il diritto di revocare l'offerta entro 3 giorni lavorativi dalla sua accettazione. Il commerciante informa immediatamente il cliente di tale revoca.

  4. Se il contratto viene concluso per via elettronica, il commerciante adotta misure tecniche e organizzative adeguate per garantire il trasferimento elettronico dei dati e assicura un ambiente web sicuro. Se il cliente è in grado di pagare elettronicamente, il commerciante adotterà misure di sicurezza adeguate.

  5. Se risulta che il cliente ha fornito dati non corretti al momento dell'accettazione del contratto, o della sua conclusione in altro modo, il commerciante ha il diritto di adempiere all'obbligo solo dopo che i dati corretti sono stati forniti.

  6. Il commerciante può, nell'ambito delle disposizioni di legge, ottenere informazioni sulla possibilità per il cliente di adempiere ai suoi obblighi di pagamento e su tutti i fatti e fattori importanti per la conclusione responsabile del contratto a distanza. Se l'indagine del commerciante gli fornisce validi motivi per non concludere il contratto, egli ha il diritto di rifiutarlo o di subordinare la sua esecuzione a condizioni speciali. Il commerciante che rifiuta il contratto o che vi allega condizioni speciali ne informerà il cliente, indicandone le ragioni, il più presto possibile, e comunque entro 3 giorni dalla conclusione del contratto.

Articolo 6 - Prezzo

  1. Tutti i prezzi indicati sul sito web e gli altri materiali forniti dal commerciante sono al netto dell'IVA (salvo diversa indicazione) e, salvo diversa indicazione sul sito web, al netto di altre imposte imposte governative.

  2. Contrariamente a quanto indicato nella clausola precedente, il commerciante può offrire a prezzi variabili prodotti o servizi che sono legati alle fluttuazioni del mercato finanziario e sui quali il commerciante non ha alcuna influenza. L'offerta deve menzionare questo effetto delle fluttuazioni e il fatto che i prezzi menzionati sono prezzi raccomandati.

  3. Il commerciante ha il diritto di modificare i prezzi concordati durante due settimane dopo la conclusione del contratto. Il cliente che non è d'accordo con il prezzo modificato ha il diritto di annullare il contratto senza che il commerciante addebiti alcun costo.

  4. Eventuali costi aggiuntivi, come i costi di consegna e i costi di pagamento, saranno menzionati sul sito web e in ogni caso visualizzati durante il processo di ordinazione.

Articolo 7 - Rispetto del contratto e garanzie supplementari

  1. Il commerciante assicura che i prodotti, i servizi e i contenuti digitali soddisfano il contratto, le specifiche menzionate nell'offerta, i ragionevoli requisiti di qualità e/o usabilità e le disposizioni di legge e/o i regolamenti governativi esistenti alla data di conclusione del contratto.

  2. Se il prodotto, il servizio o il contenuto digitale che viene consegnato non soddisfa il contratto (è consegnato guasto o difettoso), il cliente deve informare il commerciante di questo fatto entro e non oltre 3 giorni lavorativi in cui avrebbe potuto ragionevolmente scoprire questo fatto. Il cliente che non adempie a tale comunicazione non ha più diritto ad alcuna forma di riparazione, sostituzione, pagamento di danni e/o restituzione in relazione a questo difetto.

  3. Se il commerciante ritiene che un reclamo sia fondato, dopo aver consultato il cliente, i prodotti in questione saranno riparati, sostituiti o (parzialmente) rimborsati. Il commerciante può anche indirizzare il cliente ad un produttore o fornitore.

  4. Se il cliente restituisce la merce in base alle disposizioni del presente articolo, il commerciante rimborserà le somme che sono state pagate in anticipo entro 30 giorni dal ricevimento dei prodotti restituiti.

  5. I produttori e/o fornitori possono offrire le proprie garanzie. Il commerciante non offre tali garanzie. Un commerciante che lo scelga può mediare invocando queste garanzie per conto del cliente.

Articolo 8 - Consegna ed esecuzione

  1. Una volta che il commerciante ha ricevuto un ordine, egli invia i prodotti nel più breve tempo possibile, nel rispetto della disposizione di cui al punto 3 del presente articolo.

  2. Il commerciante ha il diritto di impegnare terzi nell'esecuzione degli obblighi derivanti dal contratto.

  3. Il termine di consegna è, in linea di principio, di 30 giorni, a meno che non sia chiaramente indicato diversamente sul sito web o al momento della conclusione del contratto. Il commerciante sceglie il vettore.

  4. Se il commerciante non è in grado di consegnare i prodotti entro il termine concordato, informa il cliente e gli comunica la nuova data di consegna prevista. In tale momento il cliente ha il diritto di annullare il contratto e ha anche diritto al rimborso del suo danno in conseguenza della ritardata o mancata consegna fino al massimo al prezzo di acquisto, se la ritardata o mancata consegna è il risultato di dolo o grave negligenza da parte del commerciante. Immediatamente dopo essere stato informato della ritardata consegna o della mancata consegna, il cliente informa il commerciante se desidera che il contratto venga adempiuto o annullato.

  5. Se non espressamente concordato diversamente, il rischio che i prodotti vengano consegnati passa al cliente non appena essi sono stati consegnati all'indirizzo di consegna indicato. Se il cliente decide di ritirare i prodotti, il rischio viene trasferito al momento del trasferimento dei prodotti.

  6. Se il cliente o una terza parte scelta dal cliente non è presente all'indirizzo di consegna all'ora di consegna concordata per prendere in consegna i prodotti, il commerciante ha il diritto di ritirare i prodotti. A costi aggiuntivi, in consultazione con il cliente, il commerciante determinerà un altro orario e/o giorno per offrire nuovamente i prodotti al cliente. Se la consegna si dimostrasse impossibile, l'obbligo di pagamento non decade e al cliente saranno addebitati eventuali costi aggiuntivi, compresi i costi per le consegne di ritorno.

  7. Se la merce ordinata non può più essere fornita, il commerciante eseguirà un tentativo per offrire al cliente un prodotto simile di qualità simile. In tal caso il cliente ha il diritto di annullare il contratto gratuitamente.

Articolo 9 - Operazioni estese : durata, annullamento e proroga


Annullamento:

  1. Il cliente può in ogni momento recedere dal contratto stipulato per un periodo di tempo non specificato, vale a dire per la fornitura regolare di prodotti (compresa l'elettricità), contenuti digitali o servizi, nel rispetto delle regole di recesso concordate e di un termine di preavviso di due mesi.

  2. Il cliente può sempre recedere da un contratto concluso per un periodo di tempo specifico che è per la fornitura regolare di prodotti, contenuti digitali o servizi alla fine del periodo di tempo specifico, nel rispetto delle regole di rescissione concordate e di un periodo di preavviso di due mesi.

  3. Il cliente può recedere dai contratti di cui alle due precedenti clausole per iscritto.

Proroga:

  1. Un contratto stipulato per un periodo di tempo specifico per la fornitura regolare di prodotti, contenuti digitali o servizi sarà tacitamente rinnovato per lo stesso periodo di tempo originariamente concordato.

  2. I suddetti termini di preavviso si applicano, mutatis mutandis, alle risoluzioni da parte del commerciante.

Articolo 10 - Pagamento

  1. Il cliente deve pagare il commerciante in conformità con le procedure di ordinazione e, se applicabile, utilizzando i metodi indicati sul sito web. Il commerciante è libero di scegliere quali metodi di pagamento saranno offerti e può modificarli di volta in volta. Se non diversamente concordato, in caso di pagamento dopo la consegna, si applica un periodo di pagamento di 14 giorni, a partire dal giorno della consegna.

  2. Un cliente che non adempie in tempo utile ai propri obblighi di pagamento è immediatamente in mora per effetto di legge, senza che sia richiesta alcuna notifica di mora. Il commerciante ha il diritto di aumentare la somma dovuta dagli interessi legali e il commerciante ha il diritto di riscuotere dal cliente le spese di riscossione extragiudiziali da lui sostenute e le eventuali spese processuali.

Articolo 11 - Riserva di proprietà

Finché il cliente non ha pagato per intero l'importo concordato, tutti i beni consegnati rimangono di proprietà del commerciante.

Articolo 12 - Responsabilità

  1. Tranne che nei casi di dolo o colpa grave, la piena responsabilità del commerciante nei confronti del cliente a causa del mancato adempimento colposo del contratto è limitata al rimborso, al massimo, del prezzo (IVA inclusa) concordato nel contratto. Nel caso di un contratto esteso, la suddetta responsabilità è limitata al rimborso della somma che il cliente doveva al commerciante nei 3 mesi precedenti il danno inflitto.

  2. La responsabilità del commerciante nei confronti del cliente per danni indiretti, inclusi in ogni caso - ma non esplicitamente limitati a - danni consequenziali, perdita di profitto, perdita di risparmi, perdita di dati e danni dovuti all'interruzione dell'attività è esclusa.

  3. Le clausole precedenti non si applicano ai danni che il cliente ha subito quando ha rivenduto ai consumatori prodotti acquistati dal commerciante, in conseguenza del fatto che i consumatori hanno esercitato uno o più dei loro diritti legali nei confronti del cliente in relazione ad una carenza di tali prodotti.

  4. Nella misura in cui l'adempimento non sia già divenuto definitivamente impossibile, la responsabilità del commerciante nei confronti del cliente a causa di un difetto colposo nell'adempimento di un contratto sorge solo dopo che il cliente ha immediatamente e adeguatamente dichiarato il commerciante inadempiente, per iscritto, proponendo così un ragionevole periodo di tempo per correggere il difetto, e il commerciante continua a non adempiere ai suoi obblighi anche dopo la scadenza di tale periodo. La notifica di inadempienza deve contenere una descrizione il più dettagliata possibile della mancanza, in modo che il commerciante possa rispondere adeguatamente.

  5. L'esistenza di un qualsiasi diritto al risarcimento del danno è sempre sottoposta a condizione che il cliente denunci il danno al commerciante il prima possibile, al più tardi entro 14 giorni dalla sua insorgenza.

  6. In caso di forza maggiore il commerciante non è tenuto a rimborsare i danni che il cliente potrebbe subire.

Articolo 13 - Procedura di reclamo

  1. Il commerciante dispone di procedure di reclamo sufficientemente ben pubblicizzate e si comporta in conformità con quanto ivi previsto.

  2. I reclami relativi all'esecuzione di un contratto devono essere stati comunicati al commerciante, con una descrizione chiara e completa, entro un periodo di tempo ragionevole in seguito alla conoscenza dei difetti da parte del cliente.

  3. I reclami presentati al commerciante riceveranno risposta entro un periodo di 14 giorni, a partire dalla data di ricezione. Se si prevede che un reclamo richieda un tempo di elaborazione più lungo, il commerciante risponderà entro il periodo di 14 giorni, confermando la ricezione e indicando quando il cliente può aspettarsi una risposta più elaborata.

Articolo 14 - Contenzioso

  1. I contratti tra il commerciante e il cliente soggetti alle presenti condizioni generali di contratto sono disciplinati esclusivamente dalla legge dei Paesi Bassi.

  2. Le controversie relative a un contratto che non possono essere risolte in via amichevole saranno sottoposte al tribunale competente del distretto in cui si trova il commerciante. Il commerciante e il cliente possono concordare sulla risoluzione delle loro controversie per mezzo di un parere vincolante o di un arbitraggio.